Bolsena

Nel 264 a.C., dopo la definitiva sconfitta dell’etrusca Velzna (Orvieto) ad opera dei romani, gli abitanti furono cacciati dalla città e confinati sulle rive del Lago di Bolsena, presso il quale fu fondata successivamente la Volsinii Novi, odierna Bolsena. Quello che le unisce è oggi un piacevole itinerario campestre costellato di testimonianze storiche, etrusche e romane, un viaggio attraverso i campi coltivati e i boschi che rivestono i saliscendi delle dolci colline del tipico paesaggio di origine vulcanica.

 

Il lago vi accoglierà con un panorama irripetibile ed incontaminato.

Nel 264 a.C., dopo la definitiva sconfitta dell’etrusca Velzna (Orvieto) ad opera dei romani, gli abitanti furono cacciati dalla città e confinati sulle rive del Lago di Bolsena, presso il quale fu fondata successivamente la Volsinii Novi, odierna Bolsena. Quello che le unisce è oggi un piacevole itinerario campestre costellato di testimonianze storiche, etrusche e romane, un viaggio attraverso i campi coltivati e i boschi che rivestono i saliscendi delle dolci colline del tipico paesaggio di origine vulcanica.

 

Il lago vi accoglierà con un panorama irripetibile ed incontaminato.